Il Graphic Designer

 

L’immagine e la comunicazione visiva sono due aspetti aziendali che non debbono essere mai trascurati. Ma anche la pubblicità e la diffusione visiva di un prodotto o servizio non debbono essere mai trascurati.

Chi si adopera per far si che l’immagine aziendale sia sempre chiara e definita e' il graphic designer, l’artefice della comunicazione, il codificatore di messaggi visivi, che con i suoi skills deve essere bravo a tenere alto e se richiesto migliorare l’immagine di un’azienda.

Apparentemente, il graphic designer classico sembrava essere offuscato, sia per preferenze e sia per ambiti di ricerca del committente, dalle nuove dedicate al settore digitale, quali il 3d designer, l’editor di video e di effetti speciali, il web designer.

Infatti, nonostante buona parte della comunicazione e della pubblicità si sia spostata su internet, su tv o su supporti e media digitali in generale, la comunicazione su carta e di conseguenza la grafica da stampa, rappresenta ancora un elemento importante sia in pubblicità sia nell’informazione e visualizzazione di un prodotto.

Il graphic designer è un professionista della comunicazione visiva; non si occupa solo di progettare i prodotti da stampa ma anche di creare l’identità visiva e comunicativa dell’impresa.

Quindi è l’artefice del brand, l’artefice del “nome” che quell’azienda avrà sul mercato.

Ai graphic designers è richiesta conoscenza di tipografia e tecnologie di stampa, impaginazione ed editing,  marchi e logotipi e di tutta l’area comunicazione visiva in generale.

Può intraprendere la sua carriera in una varietà di ambiti quali: service di stampa, case di produzione editoriale, agenzie pubblicitarie, studi di grafica in generale.

Oggi è richiesta anche una conoscenza di elementi di produzione grafica per il web.

E’ una professione molto gradita ai giovani, vista la dinamicità del ruolo.

Occorre molto impegno prima di raggiungere risultati, vista la concorrenza maturata oggi nel campo, ma in generale è una professione sempre richiesta.